Bonus Facciate 90% – Cappotto in sughero biondo BioVerd con lo sconto in fattura Coverd

Un’occasione unica per fare il cappotto in sughero alla tua casa e usufruire delle detrazioni fiscali senza massimali di spesa


Affidarsi a tecnici esperti è la scelta migliore
Le detrazioni fiscali sono particolarmente complesse e in evoluzione, in quanto richiedono competenze tecniche, giuridiche, fiscali ed economiche, quindi consigliamo di affidarvi ad un tecnico professionista competente.

I tecnici Coverd sapranno consigliare i clienti e supportare i progettisti nella scelta delle soluzioni tecniche e realizzare l’intervento in base all’esperienza nell’ambito della riqualificazione edilizia.


Per il Bonus Facciate 90% affidati a Coverd

Per l’esperienza che dal 1984 garantisce i nostri clienti, la passione che ci ha guidato in tutti questi anni nell’applicare la filosofia “green” nell’efficienza energetica, le tecnologie all’avanguardia della tecnica, il nostro personale altamente qualificato, la sostenibilità ambientale, la riduzione dei consumi utilizzando il materiale naturale per eccellenza per isolare le case a ridotto impatto ambientale: il sughero biondo

Per l’impegno in questo mondo che cambia, rispondiamo alle esigenze delle famiglie con lo sconto in fattura. Le soluzioni per accedere alle detrazioni sono molteplici, Coverd supporta i professionisti nelle scelte tecniche da apportare e realizza gli interventi di riqualificazione energetica ai proprietari degli immobili.

Scegli le soluzioni di Coverd per la realizzare il cappotto in sughero biondo naturale della tua casa, riduci i costi dell’intervento, ottieni una migliore efficienza dell’immobile aumentandone il valore oltre a far crescere in modo esponenziale il benessere abitativo.


casa sughero classi energetiche

Bonus Facciate 90% delle spese sostenute per le opere di rifacimento delle facciate degli edifici senza massimali di spesa

Introdotta dalla Manovra 2020, il Bonus Facciate per cappotto è prorogato fino a fine 2021. La detrazione resta pari al 90% delle spese sostenute per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici esistenti.

A differenza di altre agevolazioni sulla casa, per il Bonus Facciate per cappotto non sono previsti limiti massimi di spesa.

La detrazione spetta a lavori finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna di edifici esistenti, parti di edifici esistenti o su unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, compresi quelli strumentali, purché ubicati nelle zone A o B previste dal decreto ministeriale n. 1444/1968.

Gli interventi devono essere realizzati esclusivamente sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi.

In particolare, sono ammessi i lavori:

  • Di sola pulitura o tinteggiatura esterna sulle strutture opache della facciata
  • I lavori riguardanti non soltanto la pulitura o la tinteggiatura delle facciate, ma anche influenti dal punto di vista termico o che interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio come il cappotto termico per facciate, a patto che vengano rispettati i “requisiti minimi” richiesti dal decreto MiSE del 26 giugno 2015 e i valori limite della trasmittanza termica delle strutture opache verticali componenti l’involucro edilizio indicati dal decreto MiSE dell’11 marzo 2008. In tal caso, devono essere applicate le stesse procedure e gli stessi adempimenti previsti per l’“ecobonus” e, in particolare, quelli indicati negli articoli 4 e 7 del decreto interministeriale 19 febbraio 2007
  • Su balconi, ornamenti o fregi, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura

L’agevolazione, quindi, riguarda gli interventi effettuati sull’involucro esterno e visibile dell’edificio, vale a dire sia sulla parte anteriore, frontale e principale dell’edificio, sia sugli altri lati dello stabile (intero perimetro esterno).

Sono agevolabili gli interventi di decoro urbano quali i lavori su grondaie, pluviali, parapetti, cornicioni e relativi alla sistemazione delle parti impiantistiche che insistono sulla parte opaca della facciata.

Inoltre, rientrano tra le spese agevolabili, quelle per effettuare le perizie e i sopralluoghi, rilasciare l’attestato di prestazione energetica, installare i ponteggi, smaltire i materiali rimossi per eseguire i lavori.

Un’occasione che non puoi perdere

in sintesi i motivi perché non ha senso aspettare


Incentivi fiscali

Riduci o azzeri la spesa da sostenere per effettuare i lavori grazie agli incentivi fiscali e alla possibilità di cedere il credito d’imposta o di optare per lo sconto in fattura.

Risparmio in bolletta

Diminuisci i costi in bolletta e le emissioni di CO² riducendo i consumi.

Aumento del valore dell’immobile

Fai crescere il valore del tuo immobile aumentando la sua classe energetica e migliorandone l’estetica e la sua sicurezza.