L’AIA spiega la Bellezza sostenibile

Conferenza – Dialogo tra risparmio energetico e rispetto per il paesaggio

L’AIA spiega la Bellezza sostenibile

Verderio. È la bellezza sostenibile il tema dell’incontro che si è svolto a Verderio all’AIA Museo Contadino, martedì 10 giugno.

Questo incontro desiderava dimostrare che il dialogo tra l’applicazione delle moderne tecniche di consolidamento statico e risparmio energetico da una parte e la progettazione di un intervento rispettoso delle normative in materia di paesaggio e di tutela monumentale è possibile, anzi auspicabile attraverso una progettazione volta al restauro e all’efficientamento energetico di edifici vincolati. Per questi motivi, gli organizzatori dell’evento hanno chiamato a partecipare nel ruolo di relatori della conferenza, rappresentanti di tutti gli attori che ruotano attorno a un progetto di ristrutturazione edilizia e di restauro conservativo di un immobile vincolato.

In particolare, sono intervenuti Flavia Maria Fiandaca, assessore all’Urbanistica del Comune di Verderio che ha spiegato al pubblico la definizione degli iter procedurali, burocratici e amministrativi, relativi alle istanze da presentare per l’esecuzione di una simile tipologia di intervento, Anna Raimondi, rappresentante del comitato “Historic building green bulding council”, Massimo Murgioni e Marco Raimondi che hanno presentato un intervento dal titolo “Riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente”, Elisabetta Ginelli, professoressa associata al Politecnico di Milano, di un dipartimento che si occupa di temi legati alla flessibilità, all’innovazione tecnologica, al social-housing e co-housing, all’intervento sul costruito, all’energia, Gianluca Pozzi, libero professionista, assegnista di ricerca e docente a contratto presso il dipartimento Abc del Politecnico di Milano, che ha mostrato casi pratici con l’obiettivo di fornire spunti di riflessione e avviare un dibattito su un tema attuale e fortemente critico.

Presente all’appuntamento, inoltre c’era anche il sindaco di Verderio Alessandro Origo. La conferenza ha preso il via alle 17 ed è stata moderata dall’architetto Francesca Moroni, responsabile dell’Ufficio Urbanistica del Parco Adda Nord e membro del gruppo di lavoro che si occupa del restauro conservativo della chiesa di San Biagio a Rossate.

Il prossimo incontro è in programma per venerdì 19 giugno alle 21 con Alberto Baldrighi che spiegherà il Paradiso di Dante.

Apri la pagina > Giornale di Merate